Ma la moglie di Grillo poteva non sapere?

Ma la moglie di Grillo poteva non sapere che in casa sua si consumasse una violenza di tre giovani contro una ragazza? Perché è il rapporto tre a uno che implica violenza, che può essere brutale o intimidatoria, sotto effetto di plagio o di droghe. La procura dovrà infatti considerare la possibile aggravante che coinvolge il giovane figlio di un uomo potente, leader del partito di maggioranza al governo. Chi può essere sicuro che sia stata la prima e unica volta di violenza di gruppo in casa Grillo? Chi può assicurare che le vittime non fossero poi costrette al silenzio? Che la giovane non abbia effettuato la denuncia il tempo necessario di sentirsi al sicuro? Chi può escludere che oltre alla violenza non sia subentrata la successiva minaccia? Che la minaccia sia stata anche precedente alla violenza e condizionato il rapporto filmato? Come si può escludere che lo stesso Grillo non possa avere avuto un ruolo diretto o indiretto nella minaccia? Vi piace il giustizialismo? Eccovelo.