Ecco la casa dove si preparò lo sbarco di Garibaldi

Il 12 marzo 1831, a Palermo, nasce Antonino Lo Monaco Ciaccio. Figlio di un avvocato, laureato in giurisprudenza ed egli stesso avvocato, fin da giovanissimo manifesta i suoi ideali di libertà e si unisce alla cospirazione antiborbonica. Partecipa alla rivoluzione siciliana del 12 gennaio 1848 e con l’amico Nicolò Garzilli prepara la rivolta della Fieravecchia del 27 gennaio 1850. Scoperto il complotto, riesce a sfuggire all’arresto mentre il Garzilli è catturato e fucilato nella piazza il giorno successivo. Successivamente prende parte alla rivolta della Gancia del 4 aprile 1860 e mette la sua casa a disposizione dei patrioti che vi possono tenere le riunioni in cui sono studiati i piani per preparare il terreno allo sbarco annunciato di Garibaldi. Dopo la liberazione della Sicilia, viene nominato cancelliere capo presso la suprema Corte di Palermo. Muore a Palermo il 23 agosto 1865.