Frosinone al centro

Sono le persone quelle che contano. La Politica la fanno le persone, con il loro sentire, con la passione, il senso dello Stato e delle istituzioni, la forza delle idee, il dialogo, per senso di servizio, con la ragionevolezza, in modo creativo, con l’impegno civile e civico, con la forza della propria coscienza, con i propri sogni e ideali, con il coraggio, l’umiltà, la cultura politica e la cultura in senso ampio. Votate le persone non i Programmi…! Frosinone si ritrova senza più Politica da troppo tempo. Esiste soltanto il Potere fine a se stesso oppure l’Amministrativismo, che è una forma di assolutismo, di dittatura, di burocrazia totalitaria. Ecco perché i politicanti hanno fatto credere ai frusinati che siano i Programmi a contare e a fare la differenza. E i frusinati hanno creduto a questa bugia. I politicanti alzano la bandiera del pragmatismo perché non hanno né forma né contenuti da esprimere. Perché i politicanti sono modesti e mediocri. Questi cialtroni della politica ripetono che prima vengono i Programmi e poi le persone. Dissento. Dissento con tutte le mie forze: le persone devono venire prima dei Programmi perché sono le persone che fanno la differenza. È la cultura politica, l’onestà intellettuale, la preparazione, la competenza, la mentalità della persona impegnata politicamente a contare davvero. Frosinone è bellissima… Potrebbe essere bellissima. Ci sono oggi a Frosinone tantissime persone di qualità, luoghi magici, scorci meravigliosi, potenzialità enormi, risorse naturali e umane inutilizzate. I politicanti di Frosinone hanno fatto credere ai cittadini che tutto questo che ho elencato qui sopra non serva perché – secondo una mentalità egoistica e senz’anima – il cuore in Politica non serve, i sogni devono essere derisi, l’anima di una persona non conta, secondo loro, in politica. Dicono da anni e vanno ripetendo, ingannando i frusinati, che serve il pragmatismo, cioè quella ideologia che connota gli affaristi, i truffaldini, i furbastri, i ladri, i malfattori, i cinici, gli assetati di Potere, i leccaculo, i cialtroni, gli ignoranti, gli invidiosi e i quaquaraquà. Ma i frusinati sono persone intelligenti, lo sanno benissimo che i Programmi sono carta straccia, che i Programmi di questi cialtroni sono soltanto spauracchi per ingannare gli elettori. I frusinati sanno che i politicanti della nostra Città hanno gettato fumo negli occhi per non far vedere che il Re è nudo. Ma un giorno si alzò un bambino e lo disse.