Nedo Fiano nel ricordo di Gustavo Raffi

È passato all’Oriente Eterno il fratello Nedo che feci eleggere Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia per i suoi meriti. Unico sopravvissuto della sua famiglia ai campi di concentramento, ha speso gran parte della sua vita a testimoniare gli orrori della shoah soprattutto alle nuove generazioni. Grande massone, uomo incapace di odiare, attento alle problematiche del mondo e ai nuovi drammi sociali e morali, comprese immediatamente che la Libera Muratoria autentica non poteva cristallizzarsi nel culto di un nobile passato e nella mera ripetizione di cerimoniali e valori senza vivificarli nella storia. Fu uno dei primi a sostenermi nel progetto di una Massoneria che ritornava ad essere il motore della storia, affermando il primato del dialogo tra gli uomini e gli Stati perché il Libero Muratore è cittadino del mondo e nel mondo è tenuto a operare per il bene dell’uomo e dell’umanità. Riposa in pace fratello mio. Vivrai nei cuori e nei ricordi dei Giusti.