Burlando, Garibaldi, la Massoneria

Il 2 dicembre 1823, a Genova, nasce Antonio Burlando. Volontario della Prima Guerra d’Indipendenza, combatte in Lombardia dove si adopera per mantenere viva l’insurrezione anti austriaca. Tra i fondatori della Società di Tiro Nazionale, viene iniziato alla Massoneria nella loggia “Trionfo Ligure”, una loggia dipendente dal Grande Oriente di Francia e costituita a Genova nel 1856 da esuli e da personaggi che gravitano intorno al locale ambiente marittimo precedentemente iniziati all’estero, non esistendo ancora in Italia una obbedienza nazionale dopo la persecuzione contro la liberamuratoria conseguente alla restaurazione. Volontario nei Cacciatori delle Alpi di Garibaldi durante la Seconda Guerra d’Indipendenza, nel 1860 è tra i volontari che che si imbarcano dallo scoglio di Quarto per partecipare alla Spedizione dei Mille inquadrato tra i Carabinieri genovesi. Successivamente è ancora con Garibaldi, da capitano durante la Terza Guerra d’Indipendenza e maggiore nella spedizione per la liberazione di Roma del 1867, dove è tra gli ultimi a lasciare la posizione. Colonnello dei Volontari, muore a Genova il 23 novembre 1895.