Il Governo sceglie di abbassare le sue difese immunitarie

Non c’era un medico almeno fino al 1980 che per le malattie respiratorie non consigliasse l’alta montagna. L’ossigenazione da una parte e l’attività fisica all’aperto erano condizioni formidabili per la salute di qualsiasi individuo. È vero invece che se negli impianti di risalita si possono contenere i contatti nei ristori sulle piste è praticamente impossibile. È ridicolo invece sentire membri del comitato tecnico scientifico asserire che la prima ondata sia avvenuta dopo le vacanze sulla neve, con tutti i morti che ci sono stati nelle case di cura pluriottantenni che la neve se la sognavano. Il governo conferma la strada di ridurre le difese immunitarie cosa già avvenuta bloccando lo sport il marzo scorso. Può darsi anche che riduca i contagi, certo che la prossima pandemia ci troverà più deboli.