Roma, il futuro si allontana?

A Roma i problemi sono fatti così. Si complicano. Prendi la Pandemia. Trova una situazione disastrosa e riesce nell’impossibile: a peggiorare le situazioni che aveva trovato. Provvede a ricordarcelo uno studio di Legambiente.

«Roma è 89esima, nella parte finale della classifica di Ecosistema Urbano realizzato da Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 ore monitorando 18 parametri di sostenibilità. La Capitale trascina in basso il Paese non solo rispetto al Pil, ma anche considerando parametri di qualità ambientale e servizi ai cittadini quali la gestione dei rifiuti, il trasporto pubblico, le piste ciclabili, il verde urbano, l’uso efficiente del suolo, le rinnovabili».

Un aiuto del governo per avere prestazioni psicologiche anche in studi privati. Soprattutto per i redditi più bassi, per chi è malato o positivo al Covid, per gli operatori sanitari. È la richiesta del presidente nazionale dell’Ordine degli psicologi David Lazzari di fronte ai dati delle ultime ricerche sullo stress dovuto alla pandemia. Secondo le rilevazioni condotte dall’Istituto Piepoli per il centro studi dell’Ordine degli psicologi, lo “Stressometro”, il 46% delle persone ha uno stress tra 80 e 100 su un massimo di 100. Livelli di disagio che nascono proprio dall’ansia per il virus, triplicata rispetto a quella per le prospettive economiche.

Abbiamo sentito il segretario dell’unione romana del PRI Michele Polini

Ascolta l’intervista a Michele Polini