Massimo Cacciari contro Conte: «Basta con questo delirio»

«Mi sembra offensivo dire che in casa non possiamo stare con più di 6 persone. Se mi dicono non fare assembramenti e festini, lo capisco… Se mi dicono non stare con 6 persone… Ma cosa sono, un deficiente? Basta, basta! Basta con questo delirio normativistico assurdo, con questo controllismo fuori senso. Sono un animale razionale e intendo essere trattato come un animale razionale». Massimo Cacciari si sfoga a Cartabianca a proposito dell’ultimo Dpcm del Governo Conte.

«Mi sembra ridicolo dire che la seconda ondata sia stata causata solo dai comportamenti dell’estate. Cosa è stato fatto in questi mesi? Non bastano i posti in terapia intensiva, si diceva sarebbero aumentati in numero maggiore. I controlli vanno fatti laddove servono, non in generale. I controlli in alcuni luoghi sono di una totale assurdità, non hanno senso. Ci sono centinaia di persone che controllano a vanvera», ha detto il filosofo.

«I dati, poi, me li vogliono dare in modo scientifico o no? Chi sono i morti? Che patologie avevano coloro che sono deceduti? Che senso ha il numero dei contagiati se aumentano i tamponi? Quanti sono gli asintomatici? Posso essere trattato come animale razionale o mi devono propinare dati in questo modo?», dice ancora.