Il Covid-19 al netto del terrorismo mediatico

Una importante riflessione, che vale la pena condividere quella di Franco Marino, su Weltanschauung Italia, il   canale culturale nato nel 2011 che ha l’obiettivo di contro-narrare il tempo presente distorto dai media. «La prima cosa da dire al riguardo è che il covid-19 è un virus influenzale. L’etimologia “influenza” è incerta. Per alcuni si riferisce all’idea diffusa nell’antichità secondo cui gli astri (nel periodo invernale) “influissero” sulla comparsa di questa malattia, secondo altri, più scientificamente, dal fatto che di norma i virus influenzali si attivino a seguito di eventi che “influiscono” sulla sua attivazione o meno.
Sta di fatto che, ogni anno, una buona metà di popolazione contrae un virus influenzale che tuttavia può rimanere asintomatico o meno in virtù di alcuni fattori che “influiscono” sulla sua attivazione. Se così non fosse, non avrebbe senso dire ai nostri cari “Copriti che sennò ti becchi un’influenza”. Appunto, ti becchi l’influenza, cioè l’attivazione della malattia. Non il virus che, invece, nel 50% dei casi, già è nel tuo corpo.
Il freddo è una causa scatenante di un’influenza e questo spiega anche perchè col caldo i sintomatici sono calati. Non è il virus che si è depotenziato, è venuta meno una delle cause che lo attivano.
Ogni anno si stima la morte di migliaia di persone per complicazioni indotte non dal virus ma dall’influenza. Si tenga tra l’altro conto che molto spesso viene refertata la patologia pregressa del paziente, non il detonatore che ha provocato il ricovero.
Questo significa due cose. La prima è che il virus influenzale di turno in sè è innocuo ma viene attivato da fattori ulteriori, stress, cattive abitudini, condizioni di salute che, spesso anche all’insaputa del malato, sono precarie e che dunque l’influenza non si sviluppa se il paziente adotta alcuni comportamenti base che sono poi gli stessi che ogni anno ci sentiamo raccomandare dai nostri cari.
La seconda è che il motivo per cui a noi risultano 35.000 morti di covid-19 e ci sembra un numero molto più elevato sta nel fatto che in questo 2020, per gonfiare l’emergenza, si è invertito il percorso. Invece di registrare la patologia pregressa, si è refertata la causa detonante. Non viene più scritto “morto per Parkinson, Alzheimer, AIDS, tumore, leucemia” ma “per complicanze causate da covid-19”, ponendo dunque l’accento sul covid-19.
Se questo metodo fosse stato usato anche negli anni precedenti, il tasso di decessi per influenza sarebbe stato analogo, magari persino superiore.
Una volta chiarito questo, si giunge alle seguenti conclusioni. Quasi tutti ogni anno prendiamo un virus influenzale. Una buona parte di coloro che lo prendono, non se ne accorgono. Ogni banale influenza è pericolosa per determinate categorie: anziani, immunodepressi. Il virus si attiva se abbiamo comportamenti scorretti. Ma soprattutto, il vaccino è completamente inutile. Perchè il covid-19 è solo uno degli INNUMEREVOLI virus (tra cui quello che nel 2003 scatenò la SARS, per capirci) appartenenti alla famiglia dei Coronavirus. Se l’anno prossimo arriva, per dire, il covid-20 […], il vaccino sarebbe completamente inutile. Vi siete vaccinati per il covid-19, non contro tutte le influenze del mondo.
Quindi, chiariamo i seguenti punti.
– Avere un virus influenzale, come il covid-19 e altri, non significa essere automaticamente malati. Tutti ogni anno ci becchiamo un virus influenzale ma alcuni sviluppano la malattia, altri no.
– Non si muore di covid-19. Il virus in sé, è innocuo. Si muore, come in TUTTE le influenze, di complicazioni di cui il virus non fa altro che fungere da detonatore esattamente come potrebbero fungere migliaia di altri agenti patogeni presenti nell’aria.
– Un vaccino sarebbe completamente inutile perchè il covid-19 è un virus che fa parte di una famiglia, quella dei coronavirus, che comprende MIGLIAIA di tipologie di virus. Contro i quali il vaccino anti-covid19 sarebbe inutile.
– Se vi beccate il covid-19, l’unico modo per non ammalarvi è stare a casa, riposarvi, adottare un’alimentazione ricca di vitamine, la tachipirina per la febbre che sale, idratarvi come si deve. Insomma, adottare le stesse precauzioni che adottereste quando avete un’influenza. E in generale, sanificare le vostre abitudini di vita. Se siete obesi, fumate, vi drogate, non fate moto e prendete sempre freddo, qualsiasi virus influenzale vi può creare problemi.
– Stanno semplicemente spacciando per “decesso da covid19”, cioè un virus influenzale, decessi che invece hanno origine in patologie pregresse, a differenza del passato quando i decessi venivano attribuite a quelle patologie.
Tutto il resto sono bugie diffuse ad arte da quella variopinta insalata di mafie e poteri che, servendosi di virologi corrotti, vogliono terrorizzarvi per mandare in crisi l’economia e poi chiedervi il conto attraverso sottrazione di danari e diritti sociali».