Saponaro, schiaffo a La Malfa: «Il PRI non ha segretari-ombra»

Dear La Malfa,
sono stato molto lieto unitamente a tutti i repubblicani che il 49esimo Congresso ti abbia restituito la tessera del Partito.
Tanto non ti induca nell’errore di pensare di essere tu il segretario-ombra del Partito, perché non lo sei, e con la tua nuova infatuazione per il PD non lo diventeresti né tu, né chi per te, neanche a rischio di lacerare il Partito in modo più grave di quanto accadde nel 2001 a Bari.
Il Congresso sarà convocato quando il Consiglio Nazionale riterrà di farlo.
Nel frattempo ti ricordo che dopo la tua ardita in privato dello scorso marzo, conseguente alla mia lettera al quotidiano “La Stampa”, ho svolto una consultazione dei componenti del Consiglio Nazionale su di un documento politico che proponeva la nascita di un Governo di emergenza nazionale per gestire la grave crisi economica e sociale che questo Governo, che tu sostieni contro il parere espresso dal Partito, non è in grado di affrontare.
La ripresa che tu ipotizzi, riportando su autorevoli quotidiani le tue previsioni, non c’è! Anzi le previsioni dei maggiori analisti prevedono un autunno catastrofico. Secondo la risoluzione congressuale del 49esimo Congresso il PRI lavora per organizzare una aggregazione Liberal-Democratica che non sostiene né sovranisti né populisti. Di conseguenza, neanche, il Governo con i 5 Stelle che tu sostieni.
Nelle Marche il Partito ha deciso in totale autonomia e troverei singolare, che, tu deputato nelle Marche per il centrodestra, adesso chieda una spaccatura al contrario, che avrebbe come unico risultato far perdere ogni credibilità al Partito ed ai nostri valorosi iscritti in quella regione.
Quindi non trarne indicazioni di linea politica, né nelle regioni in cui ci collochiamo, con accordi programmatici, a sinistra o a destra, né dove andiamo autonomamente da sinistra e destra come in Veneto.
Il Consiglio Nazionale verrà convocato per sabato 26 settembre e avrà l’opportunità di
dibattere e di dare le indicazioni che riterrà.
Se ciò che tu vorrai proporre per il Partito sarà la deriva a sinistra non mi troverai d’accordo, c’è uno spazio repubblicano con Azione di Calenda, + Europa, PLI e PRI da federare per contrapporsi a destra e sinistra, che si dimostrano inadeguati a rilanciare il Paese.