Andrea Casu (Pd): «Il Green New Deal è la grande sfida di Roma»

Com’è, come non è, Roma si trova sempre punto e a capo. A prendere i giornali dell’anno scorso, Covid a parte (sempre meno presente, per fortuna) si trovano gli stessi titoli, gli stessi problemi. E sempre con lo stesso sostantivo: emergenza. Si tratta solo di specificarlo. È ancora emergenza trasporti, con Metropolitana spesso in tilt e autobus che figuriamoci. Ed è ancora, incredibilmente, emergenza rifiuti. 

«Il sindaco Raggi non ha saputo legare Roma ai grandi progetti, e non ha ancora saputo mettere in campo la concretezza che sarebbe occorsa», dice il presidente del PD Andrea Casu. E da qui bisogna partire, mettere in campo idee e risorse per uscire definitivamente da uno stallo che sembra definitivo. Certo che poi le difficoltà amministrative devono anche fare i conti con l’inciviltà. Si segnalerebbe a Trastevere l’ultima moda: sputare nei citofoni dei residenti per attaccare il virus. Il virus ormai non fa più paura, ed è forse l’unico capitolo in cui non è adatto il termine ’emergenza. L’imbecillità sì, fa paura. E l’emergenza non finisce mai.

Ascolta l’intervista