I Giovani Repubblicani: «Basta violenza, è ora della riconciliazione. Scenda in campo la Guardia Nazionale»

«Noi come Giovani Repubblicani siamo stati tra I primi ad esprimere solidarietà a George Floyd e alla sua famiglia: chi ha sbagliato dovrà pagare». Marco Spina, segretario f.f. della Fgr si sofferma sul però: «Ciò che sta accadendo in questi giorni negli USA è sotto gli occhi di tutti. Nulla c’entrano manifestazioni e marce per la pace contro il razzismo con I saccheggi e le devastazioni di intere città. Noi siamo con Donald Trump: va mobilitata la guardia nazionale il prima possibile e ristabilito l’ordine. Anarchici e (finti)antifascisti violenti vanno assolutamente repressi. È palese come vi sia la mano di una finta sinistra liberaleggiante e arcobaleno che, con l’iniziale appoggio dei media, rischia di creare una guerra civile».