In ricordo di Cesare Scarinci

Il 1° giugno 1828, Scheggia (PG), nasce Cesare Scarinci. Studente universitario “peritissimo nelle matematiche e nella balistica” partecipa come volontario con il grado di tenente del Battaglione universitario romano, anche detto “dei tiragliatori”, alla prima guerra d’indipendenza. Dopo aver combattuto in Veneto a Montebelluna, Cornuda, Treviso ed alla difesa di Vicenza, partecipa alla difesa della Repubblica Romana del 1849, sempre inquadrato nel Battaglione universitario romano, che con i corpi franchi è posto sotto il comando del generale Giuseppe Garibaldi. Da poco promosso capitano d’artiglieria, muore nel corso dei furiosi combattimenti che si svolgono sul colle del Gianicolo il 13 giugno 1849, pochi giorni dopo aver compiuto il ventunesimo anno d’età, alla vigilia della caduta della Repubblica per mano francese.