La Fgr è con Saponaro: avanti Corrado, la strada è quella giusta

La Federazione Giovanile Repubblicana è convintamente con il Segretario Nazionale del PRI. Abbiamo molto apprezzato le recenti prese di posizione di Corrado De Rinaldis Saponaro, figlie di spiccata lungimiranza politica ed equilibrio: dal governo di Unità nazionale al “Mai più con più Europa”. Scrive Marco Spina, segretario nazionale della Fgr: «Auspichiamo che questo “mai” sia esteso anche al PD e a quella parte filo-governativa del M5S; partiti che, oltre ad essere vistosamente giustizialisti (a tempi alterni) e statalisti, hanno dimostrato di non avere a cuore l’interesse nazionale, di essere scollegati dalla realtà e con simpatie sia filo-tedesche e sia filo-cinesi. I nostri Alleati storici sono altri! L’europeismo acritico non ci deve appartenere: noi Giovani Repubblicani riteniamo indifendibile una U.E che, non guardando al nostro futuro, promette solo prestiti e che cita “la solidarietà europea” senza dare effettivo seguito alle parole. I Repubblicani hanno il dovere mazziniano, soprattutto in Repubblica, di tracciare la strada in nome di quell’interesse generale che tanto stava a cuore ad Ugo La Malfa. Vediamo amici che si scandalizzano dinanzi a prese di posizione, da parte del Segretario, che guardano al di là della mozione del 49° Congresso Nazionale: quasi come se questa sia stata incisa su pietra. Erano quegli stessi amici che andavano affermando che si doveva dialogare solo con il centro-sinistra; che oggi dipingono Conte “in nome della Responsabilità” come un novello De Gasperi; che vogliono vedere fascisti ovunque, anche all’interno del PRI e della FGR, e che, anti-populisti a giorni alterni, amano i Mattia Santori di turno. Naturalmente diverso è il discorso per quanto riguarda le regioni e i comuni: i Repubblicani, in questo caso, hanno il dovere di appoggiare i candidati migliori per la buona amministrazione della cosa pubblica locale». La FGR è con la maggioranza del Consiglio Nazionale e con il Segretario Nazionale del PRI.