Un confronto della direzione regionale del Pri siciliano

Diceva Karl Popper: «La storia dell’evoluzione insegna che l’universo non ha mai smesso di essere creativo o inventivo” ed infatti possiamo affermare che l’evoluzione è alla base di chi vuole sopravvivere e vincere le battaglie del futuro». Oggi diversi membri del direttivo regionale del PRI hanno deciso di “sperimentare” un nuovo approccio al confronto, prendendo “un caffè virtuale” realizzando una videoconferenza.
L’incontro di un paio di ore ha dato modo di confrontarsi ai partecipanti su quanto sta accadendo in questo periodo storico. Da più parti è giunta la considerazione di quanto sia necessario l’utilizzo delle nuove tecnologie per la crescita del partito e come strumento di aggregazione da affiancare alla rinascita delle storiche sezioni.
Una esperienza che si ripeterà presto, come annunciato dal segretario regionale Pietro Currò. Come dicono gli inglesi…. “stay tuned!” (rimanete sintonizzati!)

Hanno partecipato alla videoconferenza: Pietro Curro, segretario regionale; Daniele Mondello da Palermo; Nino Calabrò da Messina; Salvo Turi Landolina da Noto; Franco Cesare da Cefalù; Massimo Nicastro da Siracusa; Francesco Zacca da Catania; Andrea Italiano da Barcellona Pozzo di Gotto; Calogero Colletto da Castonovo di Sicilia; Giovanni Amendolia da Messina; Riccardo Barbera di Messina; Sebastiano Cannata di Siracusa; Carmelo Sgroi da Cefalù; Vincenzo Micale da Siracusa; Valerio Martorana da Caltanissetta; Finocchiaro Tino da Catania; Giuseppe Blanda da Cefalù; Salvatore Papa da Messina; Daniele Mondello membro del Direttivo Regionale Siciliano del PRI