Tutto il potere ai medici

In meno di un mese tutto il potere accumulato in decenni dai magistrati è passato nelle mani dei medici. A parte il piacere di vedere magistrati disperati a casa mentre i medici impazzano in televisione, non è proprio un bell’affare, i magistrati sono pur sempre un ordinamento costituzionale, i medici solo un ordine professionale. E come i magistrati anche i medici possono sbagliare, per non dire che nessun magistrato ha descritto la sua categoria come Bulgakov aveva ridicolizzato la propria per tutta la sua opera. Comunque oramai è così, il presidente del consiglio non si è rimesso a perdere tempo in parlamento e da subito ha discusso i suoi decreti pdc qualcosa, con il suo gabinetto scientifico. Per cui coloro che si chiedono quando riprenderà la normalità, possono mettersi il cuore in pace. La vita normale non tornerà mai. Qualsiasi medico sa infatti che l’isolamento è solo un esperimento, che la cura è il vaccino ed il vaccino potrebbe avere anche bisogno di tre anni. Ma soprattutto che debellato un virus se ne produce un altro, che potrebbe essere anche più aggressivo di questo. La virologia ha questo di affascinante, più potente è la vita, più potenti sono i virus da studiare e tutto sommato sono pure più interessanti. Per cui l’unica soluzione medica sarà di restare a casa per sempre. Il che non dispiace poi troppo al professor Conte pronto a sacrificarsi per il bene del paese un’altra legislatura a Palazzo Chigi, a prescrivere misure restrittive agli italiani, che tanto l’Europa se la prenderà con Orban, mica con lui. L’unico che ha ancora una qualche sensibilità democratica in tutta la classe politica è Matteo Renzi, il quale è sbottato, mica possiamo farci governare dai virologhi. Non sia mai, prima Renzi sarà internato perchè dichiarato pazzo da un medico di base.