La Pandemia

Se noi chiedessimo ai dotti membri dell’autorevole Organizzazione Sanitaria Mondiale, perchè si scatena una pandemia invece che un’epidemia, noteremmo una qualche difficoltà di risposta. Più che a uno scienziato la domanda andrebbe rivolta ad un filosofo della scienza, quelli che hanno studiato Darwin per capirci e sarebbe sicuramente una risposta complessa. Ma i filosofi della scienza più moderni e giovani quelli che vanno in televisione per spiegarci che ha ragione la signorina Thumberg nel dire che l’uomo compromette l’ordine naturale del mondo, sono lì che aspettano si dia loro la parola. Un ecosistema minacciato da una specie si difende. In parole semplici se un pianeta che vive da milioni di anni viene messo a rischio da qualche fattore endogeno prima di collassare e divenire un pianeta morto come tutti gli altri del nostro sistema solare sperimenterà tutti i suoi anticorpi. Se è l’uomo la minaccia del pianeta, il pianeta non rimarrà inerte e scatenerà tutta la forza di cui dispone per contrastare l’uomo. Non è detto poi che l’uomo debba necessariamente fare la fine dei dinosauri, potrebbe bastare che si contingentasse, lasciando sopravvivere gli elementi più giovani e più forti, magari per il 50 60 per cento della sua popolazione ed avere un’altra occasione. Per quanto questo dibattito possa essere affascinante non direbbe nulla su che cosa si possa effettivamente sapere, ovvero quale sia davvero il destino dell’uomo sulla terra né probabilmente potrebbe dircela. Una cosa però ce la dice che se l’eco sistema fosse effettivamente a rischio di virus possono nascerne e ne nascono di infiniti. Se mai il tre aprile avessimo sconfitto l’attuale che si sta diffondendo, chi ci assicura che non ne dovremmo poi fronteggiare un altro ancora più aggressivo ed invasivo? Beato il governo italiano che ha la soluzione pronta con il favore dell’oms, restare in casa in attesa della prossima pandemia.