Ernesto Nathan, l’etica di un sindaco

In occasione della mostra “Riscatti di Città”, dedicata al tema della rigenerazione urbana a Roma, si svolgerà la presentazione del libro Ernesto Nathan: L’etica di un sindaco curato da Marisa Patulli Trythall.
Nel 1907 Ernesto Nathan divenne il primo sindaco straniero di Roma, non cattolico – poiché di origine ebraica – e massone. A lui si deve la creazione delle aziende municipalizzate dei trasporti, della distribuzione dell’acqua, della luce e del gas, in un intento finalmente modernizzatore di una città difficile che egli volle fortemente trasformare in una capitale cosmopolita, esempio di amministrazione laica e democratica per l’intera nazione. Avvalendosi dei contributi dei maggiori studiosi di Nathan e della storia cittadina, con questa pubblicazione si prosegue nell’opera di approfondimento di una figura così speciale della vita politica romana e italiana del primo Novecento fino agli anni a ridosso del fascismo. Si è dunque evidenziato il contesto storico e culturale in cui si mosse uno dei sindaci più innovatori dell’Urbe, le sue origini e la sua fede mazziniana per un’Italia libera e repubblicana, ma si sono anche indagate le ragioni che hanno portato al suo arrivo sulla scena pubblica, il dibattito spesso aspro che lo accompagnò e il profilo etico che ne contraddistinse l’azione politica e amministrativa. Prefazione di Gadi Luzzato Voghera.

Insieme alla curatrice e co-autrice Marisa P. Trythall intervengono:
Sabrina Alfonsi, Presidente del Municipio I Roma Centro
Riccardo Di Segni, Rabbino Capo di Roma
Ruth Dureghello, Presidente Comunità ebraica di Roma
Elisabetta Fiorito, giornalista di Radio24–Il Sole24 ore
Anna Foa, già docente di Storia Moderna Università La Sapienza di Roma
On. Francesco Rutelli, già sindaco di Roma

Ingresso libero fino ad esaurimento posti