L’obbligo delle firme elettorali è incostituzionale?

La Costituzione italiana ha sancito, tra le altre cose, due principi fondamentali per lo svolgimento del processo democratico-elettivo:
• il diritto dell’elettorato attivo riconosciuto ad ogni persona di cittadinanza italiana Art. 18;
• il diritto dell’elettorato passivo esercitabile da ogni italiano Art. 51.
Con l’art. 18 si stabiliscono le modalità di svolgimento di tale diritto, nel momento in cui si afferma: “Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”. La giurisprudenza, poi, considera i partiti politici strumenti privilegiati “attraverso i quali concretizzare uno stabile rapporto tra sovranità popolare e istituzioni”. Inoltre nel 2006 la Corte costituzionale ha dichiarato che i partiti sono garantiti dalla carta costituzionale in quanto ‘strumenti di rappresentanza di interessi politicamente organizzati’.

Ma l’obbligo delle firme è costituzionale? Se lo è chiesto Saverio Collura, membro della direzione nazionale del Pri, nel documento che qui vi proponiamo.