Speciale Emilia Romagna. L'intervista a Stefano Ravaglia

«Da uno studio della Voce.info sui dati Istat risulta che tra le regioni italiane l’Emilia Romagna è quella dove l’indice di disuguaglianza sui redditi è tra i meno accentuati – ossia vi sono meno disparità – ed inoltre è quello dove la variazione nel decennio si è ridotta in maniera più significativa. Ovviamente tale dato è frutto anche del buon governo che la Regione ha avuto in questi anni, anche se ciò non significa che non si possa migliorare».

Così, in una nota, Renato Lelli. «Questo elemento è uno dei tanti che hanno portato ad essere a fianco di Bonaccini in questa campagna elettorale. La Direzione regionale del PRI ha fatto questa scelta in sintonia con la segreteria nazionale del Partito, tant’ è che in questi giorni il segretario nazionale Corrado de Rinaldis Saponaro è stato al nostro fianco in diverse iniziative elettorali. Tutto ciò ci ha portato a costituire la lista “PiùEuropa – PSI – PRI”, tra forze che hanno forti affinità programmatiche. Pertanto tutti i repubblicani che vogliono continuare a definirsi tali sono tenuti a sostenere la lista ed il presidente Bonaccini e ad impegnarsi al massimo perché i candidati repubblicani inseriti nella lista stessa abbiano il massimo sostegno. Tra le altre cose, sulla base dei sondaggi in essere, una vittoria di Bonaccini vede buone probabilità che la lista in cui siamo collocati possa anche avere un eletto in Consiglio Regionale.
Anche nei prossimi giorni continueremo ad impegnarci al massimo perché si possa conseguire tale risultato».

L’iniziativa Repubblicana ha intervistato Stefano Ravaglia, candidato a Ravenna. Questi tutti i candidati repubblicani all’appuntamento con le Regionali in Emilia Romagna del 26 gennaio. Rimini (Paola Antili). Forlì-Cesena (Paolo Severi, Monica Rossi, Maria Spinelli detta Edera). Ravenna (Stefano Ravaglia, Gabriele Armuzzi, Laura Beltrami). Bologna (Tommaso Migliaccio, Silvia Vallisneri). Ferrara (Renata Gagliani). Reggio Emilia (Francesca Domenichini).

Ascolta l’intervista