Keynes a Testaccio. Online la serata con Giorgio La Malfa e Luigi Zanda

Una nuova, importante presentazione, della Teoria Generale di Keynes, il volume dei Meridiani Mondadori curati da Giorgio La Malfa, ieri sera nel Circolo Pd di Testaccio in via Ghiberti. In un luogo che i repubblicani hanno a cuore perché fu la sede di una storica sezione del Pri. Ospite d’eccezione il sen. Luigi Zanda, dopo saluti di Emiliano Pittueo e l’introduzione di Yuri Trombetti.

Il quartiere, pur mantenendo inalterato lo spirito popolare, ha visto nel corso degli ultimi decenni profonde trasformazioni diventando uno dei luoghi simboli della movida romana, con teatri e teatrini di avanguardia, laboratori sperimentali di musica e recitazione, associazioni e istituzioni culturali di primaria importanza quali il Museo di Arte Contemporanea di Roma (MACRO) e l’Istituto Europeo di Design (IED). Un originale melting pot che coniuga patrimonio storico, deindustrializzazione, esempi di pregevole architettura ed urbanistica sociale, fermento culturale. Una poliedricità di fattori che tanto ricorda lo stesso J.M. Keynes che, essendo un grande liberale molto aveva a cuore i destini delle classi popolari e molta attenzione rivolgeva alla cultura nelle sue diverse declinazioni.

E se qualcuno ha affermato “Quella di Testaccio è la storia di un sogno interrotto”, altro elemento in comune con Keynes, si può e si deve riprendere quel “Sogno Keynesiano” che ci ha regalato nel trentennio successivo alla seconda guerra mondiale una fase ininterrotta di sviluppo economico e sociale senza precedenti, ponendo così fine a quella eclissi nella quale si è riproposto un liberismo che ha provocato macerie economiche e sociali in quasi tutti i Paesi occidentali.
Discutere di Keynes a Testaccio è quindi quanto mai opportuno per continuare proficuamente quel percorso di sensibilizzazione partito dalla presentazione, nel maggio scorso, all’Accademia dei Lincei e che non può e non deve trascurare sedi tanto popolari quanto di grande significato politico e sociale come Testaccio.

Ascolta la registrazione