Rifiuti a Roma: ieri, oggi e domani. Online la registrazione del tavolo tecnico del Pri

Rifiuti: ieri, oggi e domani. Il primo tavolo tecnico dell’unione romana del Pri, di cui proponiamo la registrazione integrale, inaugura un periodo di studio e approfondimento che porterà ad una elaborazione programmatica. Un metodo, quello repubblicano, che parte dalla conoscenza approfondita dei fatti per arrivare all’elaborazione di proposte concrete. E il primo zoom dentro la problematica ha intanto evidenziato un aspetto. Oggi ‘rifiuti’ ed ’emergenza’ sembrano due termini destinati a stare spesso assieme, come abbiamo sempre rilevato. Non è stato sempre così. Anzi, la Capitale ha conosciuto persino un periodo virtuoso in cui la gestione dei rifiuti era premiata e citata. E soprattutto: non è vero che non ci sono soluzioni e che bisogna inseguire le emergenze o le utopie. Anche il futuro, cioè, se programmato, può portare ad una normalizzazione della questione.
Carlo Noto La Diega, consigliere Iswa Italia, già docente al Master “Ciclo Integrato dei Rifiuti” della Facoltà di Ingegneria della Federico II di Napoli, autore di tanti saggi è considerato tra i massimi esperti internazionali del settore. E nel suo intervento si è soffermato sugli aspetti storici e soprattutto sulle idee tecniche. Spetterà alla politica, come dichiarato in chiusura dal segretario dell’unione romana Michele Polini, farsi carico di una proposta e tentare di dare risposte. Operazione ardua in un dibattito politico fatto di slogan e pressapochismi. All’incontro, aperto dal direttore de L’Iniziativa Repubblicana Mauro Cascio, ha portato i saluti il segretario generale della Fondazione Ugo La Malfa Mauro Aparo.

«Chi in questi anni ci è venuto a trovare in Fondazione ha visto come, da repubblicani, abbiamo sempre un approccio molto pratico ai problemi. Una serietà di approccio, la nostra. E sarebbe ora di cominciare a spiegare alle persone che società complesse hanno problemi complessi e problemi complessi non possono avere risposte semplici. Per noi della Fondazione è una grande gioia che si sia ricreata una sorta di parametro della ‘forma sonata’, a un tema succede un altro tema e questi temi poi si rincorrono. E i repubblicani hanno trovato in Michele Polini, un referente attivo, preparato, capace. Questo ci consente di guardare, tutti, serenamente al futuro». Tra gli ospiti da segnalare la presenza di Giulio Pelonzi, capogruppo del Partito democratico in Campidoglio.

Ascolta la registrazione