Il Pri e la dignità di Roma. Il 2 dicembre la prima iniziativa

La direzione dell’unione romana del Pri registra intanto un dato immediato: il partito è vivo, frizzante, propositivo. Era da anni che si era vittimi di un certo torpore, di un certo irrigidimento meccanico in vecchie cose e tutto sapeva di stanchezza. La seconda metà di questo 2019 si è invece caratterizzata per lo spirito propositivo, per la voglia di eccellenza, per l’ambizione a odorare di nuovo, di primavera, e non più di naftalina.

Intanto il confronto con la Capitale e i suoi mille problemi. La conferenza tecnica sui rifiuti l’abbiamo concepita e vista nascere qui su L’Iniziativa Repubblicana. Un incontro importante con specialisti del settore per tentare di definire un quadro preciso, di immaginare soluzioni concrete e non essere sempre costretti, questo il limite della Giunta Raggi, a inseguire le emergenze. Una tira l’altra, senza mai una visione di lungo periodo, una visione di insieme per governare una situazione ai limiti della insostenibilità. E ce ne saranno altre di queste conferenze, quasi a voler dire che i repubblicani vogliono avere un approccio tecnico e concreto con le questioni, e non si accontentano di giudizi sommari e tranchant.

E abbiamo una data per il tavolo tecnico. L’appuntamento è fissato per il prossimo 2 dicembre alle 17 presso la Fondazione Ugo La Malfa, in via di Sant’Anna 13 a Roma.

Parliamo di questo (e di tanto altro) con il segretario Michele Polini.

Ascolta l’intervista