Gliela faremo vedere noi agli indiani

Assume un singolare profilo la dichiarazione di un presidente statunitense per la quale L’Italia si troverebbe meglio fuori dall’Europa. Non si tratta tanto di capire se Trump abbia ragione o meno, ma dove si collocherebbe geopoliticamente l’Italia una volta uscita dall’Euro zona. L’Inghilterra si trova pur sempre nell’Atlantico, quando noi siamo a poche miglia marine dalla Libia. Già rischiamo di essere superati dalla Grecia. Il Financial Times ha appena osservato ieri che l’economia italiana, “rimane impantanata in una crescita lenta”. E sebbene S&P ritiene il debito ​​italiano migliore nelle garanzie rispetto a quello greco, i rendimenti dei bond di Atene sono scesi sotto quelli del nostro Paese per la prima volta dal 2008. Un’Italia fuori dalla Ue potebbe precipitare facilmente nel Mediterraneo ed assomigliare a paesi come la Libia, il Libano, magari, ma non l’Algeria dominata un secolo dai francesi come il Marocco. In questo si è riaperta la crisi dell’Ilva che per la verità, dal giorno dell’estremissione della famiglia Riva, non ha mai conosiuto fine. Pochi oramai ricorderanno che la terapia per la tenuta competitiva dell’industria italiana sostenuta da Mediobanca ai tempi del vecchio Cuccia era di puntare tutto sulle famiglie imprenditoriali, la vera ossatura economico finanziaria del Paese. Tesi che giovani professori di ecomomia in ascesa, il professor Romano Prodi, per dire uno, era degna dei burosauri. Non fosse che ora che le famiglie imprenditoriali sono pressoché tutte svanite ed i loro marchi acquistati, Cuccia è sottoterra e Prodi lamenta l’assenza di credibilità del sistema Paese. Fortuna che abbiamo un governo qualificato e capace. Che ad esempio gliela farà vedere a questi indiani da strapazzo che dopo aver siglato un contratto sull’Ilva, se ne vogliono andare, e meno male. Perchè se invece si scoprisse che nel contratto stilato la nuova proprietà potrebbe rescindere in caso di modifica del quadro normativo, ecco che sarebbero gli indiani a farla vedere al nostro governo, come si va a picco con un sasso al collo, o meglio come si viene sbattuti fuori dall’Europa, quando persino Salvini ormai vorrebbe restarci.