Per una reinvenzione laica d’Ognissanti in casa Pri

Rilanciare l’idea di una versione laica della festa di Ognissanti? Perché no? Ne parla ultimamente nelle sue conferenze l’intellettuale Philippe Daverio, personaggio di chiara fama ed europeista convinto, con ben 13.528 preferenze alle ultime elezioni, raccolte in lista alleata al Pri. Sarebbe uno strumento culturale anche per affrancarsi dall’americanata di Halloween ed riappropriarsi di un elemento identitario del Vecchio Continente. Ma qual è la chiave di reinterpretazione laica di questa ricorrenza religiosa? La memoria!

Il ponte di Ognissanti comprende anche il 2 novembre. In una civiltà moderna ed antica è il dialogo coi morti il principale strumento di innovazione nella continuità. Nelle nostre vite l’interfacciarsi con un Aristotele, un Giuseppe Mazzini, un Cicerone od un Umberto Eco è molto più quotidiano e comune che il rapporto che si possa avere con un Alberto Angela od un Philippe Daverio, nonostante il fatto che quest’ultimi siano vivi e che passeggiando per le vie del corso a Roma o Milano si possa anche verificare la casualità di incontrarli, cosa impossibile per un Carlo Cattaneo o di un Giuseppe Verdi, con cui però comunichiamo stabilmente in ogni pagina sfogliata o nota riascoltata.

Il Partito Repubblicano Italiano è il più antico d’Italia, l’Edera è il simbolo più longevo dello scacchiere, senza corone, fasci, falci, ulivi o rose capaci di reggerne il confronto sul lungo periodo. Ciò dà all’ideologia repubblicana un’occasione di modernità, perché sorretta da valori in grado di innovarsi con l’evoluzione della società ed il progresso della storia. L’immensa eredità repubblicana ci sorreggerà, senza il rischio di soffocarci per la propria mole, solo se saremo capaci di sintetizzarne la dottrina politica. Ed in questo individuare reinventare con accezione laica la festa di Ognissanti sicuramente non sarà la soluzione definitiva, ma certo è un gesto durevole e con tutte le carte in regola per diventarne un tassello. Un piccolo gesto per un rivoluzionario cambio di paradigma, una sfida alla nostra portata.