Philippe Daverio: «I siciliani si credono al centro del mondo». Currò (Pri): «Ha ragione»

«Mi hanno spaventato», dice Philippe Daverio. E Le Iene il ‘fattaccio’ lo spiegano così: «Durante il concorso su Raitre3 “Il borgo dei borghi 2019” ha dato il suo voto decisivo alla piacentina Bobbio e non a Palazzolo Acreide, in Sicilia. Il voto che ha scatenato fortissime polemiche da parte della cittadina in provincia di Siracusa, che era arrivata in finale grazie al massiccio televoto del pubblico da casa (42% contro il 27% di gradimento per Bobbio). A capo della giuria tecnica c’era proprio Daverio, che a Palazzolo Acreide ha assegnato lo zero per cento. Peccato che Daverio da un anno sia cittadino onorario di Bobbio: apriti cielo!».

La reazione rischia di essere più grave del fatto in sé. Tutta colpa del popolo siciliano. «Non è che abbia tutti i torti», ci dice Pietro Currò, segretario regionale del Pri in Sicilia. E nel corso dell’intervista a L’Iniziativa Repubblicana ci spiega anche perché. Un’occasione per parlare anche del nuovo partito del sud di Miccichè e della Scuola di Formazione del Partito Repubblicano.

Ascolta l’intervista