«Senza Educazione Nazionale comune a tutti i cittadini, eguaglianza di doveri e di diritti è una formula vuota di senso: la conoscenza dei doveri, la possibilità dell’esercizio dei diritti, sono lasciate al caso della fortuna o all’arbitrio di chi sceglie l’educatore…» (G. Mazzini)