Crocefissi. Siamo eredi di Mazzini, non di De Maistre

Ora, io da ministro della pubblica istruzione non avrei mai fatto una polemica sui crocifissi, nel senso che davvero non gli darei questa importanza, il mio problema semmai sono i soldi alle scuole private perché una volta che dai alla chiesa l’ora di religione, quella per me è qualcosa di inaccettabile, non sto a preoccuparmi di altro, perchè non puoi dare l’ora di religione e finanziare anche le scuole dei preti. Il problema è, che a torto o a ragione, non io appunto che non conto niente, ma il ministro della pubblica istruzione di un governo della Repubblica che appartiene al primo partito in parlamento ha aperto questa polemica e la risposta di Salvini, di Meloni, di Gelmini, della Cei è che il ministro deve star zitto perché la nostra cultura di italiani è cristiana. No, la mia cultura è mazziniana e Cristo non esiste proprio in Mazzini. Per Gioberti esiste Cristo, per i sanfedisti, per gli integralisti cattolici di Comunione e liberazione, per i teorici del trono e dell’altare, per De Maistre. Questi sono i cristiani, un’altra cultura in Europa che evidentemente non appartiene al ministro Fioramonti e meno male.

Annunci