Taormina. Il Pri a tutela e salvaguardia del territorio

«Premesso che da tempo suggeriamo che l’esecutivo emani una delibera di tutela del territorio, e che già nel 2016 un atto in tal senso era stato predisposto e inoltrato all’esecutivo scorso, disatteso!».
Scrive il coordinamento zona Jonica del Partito Repubblicano: «Oggi con il perdurare di tale situazione ed alla luce delle decine di autorizzazioni a mezzo Scia, Dia, ed altro, nonché le diverse iniziative miranti al cambio di destinazione d’uso con incremento notevole di volumetria, anche in centro storico…, ! Il PRI Taormina chiede che l’assessore disponga una verifica sull’operato degli uffici, Urbanistica e Sua e se questo sia in sintonia con le normative Urbanistiche vigenti e rispettino gli standard di legge, verificando se i necessari e dovuti accertamenti preventivi siano stati effettuati, con la dovuta attenzione, verificando le documentazioni presentate esse queste avevano un supporto di legalità /liceità, senza affidarsi ciecamente a attestazioni di parte che fotografano l’esistente ma non la provenienza di questo esistente… e magari spiegare cosa significa “pergolato” e quando questo è compatibile con la legge primaria: il PRG oggi Vigente! Ad avviso del PRI serve, immediatamente, fare chiarezza su queste vicende, mettendo un punto fermo con un provvedimento, quello citato, di tutela e salvaguardia del territorio».