Emergenza topi, tutti assenti

«Sembravano in via di estinzione, ma negli ultimi anni grazie anche alla disorganizzazione degli addetti ai lavori soprattutto nel campo politico, si stanno verificando continuamente la presenza di roditori e topi che circolano indisturbati per strada, sui vari marciapiedi e anche nelle immediate vicinanze di una casa, di un giardino e dove ci sono rifiuti accumulati oppure erbacce non curate. Un fenomeno preoccupante perché tali animali sono portatori di parassiti gravi per la salute. La loro presenza è una piaga non da poco che giustamente può scatenare la paura per le malattie trasmesse dai topi e dai loro parassiti, che possono essere pericolosi per la salute e l’igiene. In particolare sono portatori di agenti patogeni che possono essere trasmessi agli esseri umani. Tra le malattie trasmesse ricordiamo la salmonella, la peste, la leptospirosi, tifo e colera. Non solo malattie, i topi sono anche ritenuti responsabili di tutta una serie di danni ai materiali. Danni ai cavi elettrici e alle strutture degli edifici, danni all’arredamento della casa e ai vestiti, danni agli alimenti e procurano anche effetti psicologici».

Così in una nota Arnaldo Gadola che continua ad interessarsi delle varie problematiche che assillano i cittadini in genere. Il Segretario Provinciale Caserta e Membro del Direttivo Nazionale del Pri promette che questo preoccupante fenomeno non ci sarà più almeno in Campania in caso di una sua Elezioni alle prossime Regionalidel 2020. «La disinfestazione rappresenta una delle pratiche più naturali e rilevanti sotto il profilo igienico sanitario. I Comuni a volte stentano a provvedere in tal senso. Il sempre più dilagante e preoccupante fenomeno della diffusione di animali infestanti, con un indice di presenza anche molto notevole, dovrebbe portare molti Comuni ad agire in via preventiva, progettando e sostenendo opere massicce, opere di disinfestazione ad hoc».