Suppletive a Roma. Claudio Chioccarello: «Presto tra la gente per la raccolta delle firme»

A Roma si torna al voto e, in attesa della direzione dell’unione romana, ci si è già messi in moto. C’è la raccolta firme, innanzitutto, a cui pensare, che è già un primo mettersi alla prova. Perché non ci si autoreferenzi raccontandosi il prestigio di una storia e di una tradizione, è importante che il Pri esca da sé, e torni a confrontarsi, a farsi conoscere. Sia nella comunicazione, che negli eventi. Sia tornando tra la gente, con i tavolini e la bandiera.

Michele Polini, il segretario politico, qualche giorno fa ha detto: «Noi ci saremo, porteremo l’edera di nuovo nelle schede elettorali, a Roma». Si voterà a Prati, Trevi, Monti, Testaccio e Trastevere, con una legge elettorale che certo non favorisce e in attesa di trovare (e in pochi giorni) profili di qualità per il candidato.

Abbiamo sentito Claudio Chioccarello, segretario organizzativo dell’unione romana.

Ascolta l’intervista
Annunci