La Campania muore nel silenzio. L’allarme del PRI

Si è sempre interessato delle varie problematiche che assillano i cittadini campani. Stiamo parlando di Arnaldo Gadola, Segretario Provinciale Caserta e Membro della Direzione Nazionale del Partito Repubblicano Italiano che sarà candidato alle prossime elezioni regionali in Campania di Maggio 2020. «I roghi tossici non si fermano – afferma il penalista- purtroppo anche i 5 Stelle e la Lega hanno tradito le promesse ai Comitati. Voglio soffermarmi ancora una volta sull’ incapacità di programmazione e di realizzazione che si manifesta a danno dei cittadini anche riguardo il nodo Sanità. Questo significa che migliaia di campani devono mettere mano al portafoglio per eseguire gli esami di cui curarsi. Bisogna adottare un meccanismo che eviti disparità e raggruppi a livello regionale, il monitoraggio del consumo delle prestazioni e perché non utilizzare i fondi per l’abbattimento delle liste di attesa, reparti fatiscenti o chiusi per mancanza di autorizzazioni, condizioni igieniche indegne e prevenzione oncologica si minimi termini. Una persona non può trovarsi di fronte alla scelta di sostenere a proprie spese gli esami diagnostici oppure rinunciarvi. Questo fenomeno sarà uno dei nodi principali che terrò a cuore se dovessi essere eletto alla Regione Campania».

Annunci